Archive for März 25th, 2018

25. März 2018

Russian Hopes about the most likely path to ending the sanctions, and it could happen this year

https://sputniknews.com/analysis/201803251062887793-us-russia-relations-prospective-doctorow/

However, I’d look in a different direction, I look directly to what comes from Vladimir Putin’s speech on March 1st and his presentation of the new nuclear parity between the United States and Russia. That resulted immediately in confusion in Washington, in the Pentagon denial of the weapons systems by Russia don’t exist, it’s a bluff, and our generals were scrambling to find a suitable response, while they were scrambling these various diversionary activities like the Skripal nerve gas attack story or like the widely spread rumor that Russia had cyber attacked US electrical systems, this sort of diversionary talk swept the news waves, finally, the generals got their arms around what Vladimir Putin presented on March 1st and the consequence was we heard when Donald Trump made his remarks during the congratulatory call to Vladimir Putin and said in passing that the arms race is getting out of control and we have to meet with the Russians to talk about it.

I can tell you right know if this proceeds, and it’s not going to be easy for Trump to put this through, but if it proceeds and there are arms negotiations, you can be sure that the precondition of the Russians will be the restoration of normal, civilized relations between Russia and the West, Russia and the United States meaning an end to sanctions. That is the most likely path to ending the sanctions, and it could happen this year.

For more information listen to this edition of Weekend Special with Gilbert Doctorow.

Advertisements
25. März 2018

Berliner SPD-Politikerin Syring: „Ich finde Putins Wiederwahl gut“

25. März 2018

Mondo multipolare contro la guerra! Solidarietà con Russia e Siria!

 

Mondo multipolare contro la guerra! Solidarietà con Russia e Siria!

Contro le accuse dell’impiego di gas tossici e la demonizzazione!

Le nuove accuse della Gran Bretagna contro la Russia, riguardo l’impiego di gas nervino nel tentato omicidio di un ex doppio agente russo, si basano su speculazioni e colpevolezze non verificate. Londra dichiara ufficialmente responsabile la Russia, nonostante la stessa polizia britannica abbia dichiarato di aver bisogno di mesi di indagini.

I politici occidentali e i media continuano anche ad accusare il governo siriano di uso di gas tossico, così da poter legittimare attacchi militari contro il Paese. Gli Stati Uniti e la Francia hanno minacciato di intervenire militarmente nel caso il gas tossico dovesse essere usato di nuovo. La Russia e la Siria adesso avvertono circa un attacco imminente, probabilmente alla sede governativa a Damasco.

Tutto fa supporre una sceneggiatura coreografica in cui la Russia e anche la Siria sono ritratte come stati canaglia e come parìe internazionali.

L’ingiustificata dichiarazione congiunta di USA, Francia e Repubblica Federale Tedesca che condanna la Russia, intensifica ulteriormente la divisione tra l’UE e la Russia.

Ci opponiamo a questa irresponsabile politica dei paesi della NATO e all’ulteriore aumento dell’ostilità nei confronti della Russia da parte della politica e dei media. Il risultato è un pericoloso nuovo blocco di pensiero, un massiccio riarmo militare e molti, ulteriori e ben gravi svantaggi.

Si cerca di impedire un altro nuovo ordine mondiale, che non è determinato dalla supremazia occidentale, ma che si sviluppa piuttosto in un mondo multipolare, sulla base dei princìpi del diritto internazionale di sovranità, non-interferenza e divieto di guerre e di aggressione.

La politica occidentale nei confronti di Russia, Siria, Iraq, Libia, Iran, Cuba, Venezuela, ecc. contraddice fondamentalmente i princìpi della Carta delle Nazioni Unite, base di un mondo multipolare.

Proprio per questo motivo, in vista del grande pericolo di ulteriori escalation, bisognerebbe sostenere i Paesi colpiti da tali politiche e dai loro Stati amici -nonostante le critiche giustificate su aspetti parziali delle loro politiche- o se ne dovrebbe perlomeno rispettare la sovranità.

In una „guerra“ mediatica mondiale, i portali di notizie internazionali di grandi dimensioni come Russia Today, China TV, Iran’s Press TV e HispanTV così come il teleSUR dell’America Latina sono indispensabili. E, anche qui, nonostante tutte le critiche eventualmente giustificate su aspetti parziali della loro corrispondenza.

Questi media sono indispensabili perché solo loro, insieme ai media investigativi indipendenti e alle poche voci critiche ancora tollerate nel mainstream, possono lavorare insieme per rompere l’egemonia dei media occidentali, le loro narrazioni così come le censure.

Per un mondo civilizzato -che dalle esperienze del colonialismo e della guerra ha tratto le sue conclusioni antimilitariste, antifasciste e antirazziste- la solidarietà con i Paesi che si oppongono ai poteri egemonici è più urgente che mai.

Traduccion: Arianna @ Coop Anti-War Cafe Berlin

Mondo Multipolare contro la Guerra
http://multipolare-welt-gegen-krieg.org/2016/01/25/mondo-multipolare-contro-guerra/

Giù le mani dalla Siria – Un messaggio urgente per la pace alla luce del pericolo di una guerra più grande.
Un messaggio urgente per la pace alla luce del pericolo di una guerra più grande.
https://cooptv.wordpress.com/2016/10/21/giu-le-mani-dalla-siria-un-messaggio-urgente-per-la-pace-in-vista-del-pericolo-di-una-guerra-piu-grande/

http://noforeignbases.org/
deutsch http://bit.ly/2DG5pUD

25. März 2018

Bundesaussenminister Maas für harten Kurs gegenüber Russland wegen Moskaus „Aggression“ – Forderung nach „Entschlossenheit“ des Westens

Klare Kante gegenüber Russland
Gegenüber Russland kündigte Maas einen harten Kurs an – mit deutlich raueren Tönen als sein Vorgänger. Der hatte ziemlich offensiv dafür geworben, die Sanktionen wegen der Ukraine-Krise schrittweise abzubauen, wenn es Fortschritte bei der Umsetzung des Minsker Friedensabkommens gibt. Maas spricht stattdessen von Moskaus „Aggression“ und fordert die „Entschlossenheit“ des Westens ein.
https://www.focus.de/politik/deutschland/auswaertiges-amt-maas-erst-rede-zeigt-worin-er-sich-fundamental-von-gabriel-unterscheidet_id_8618726.html

%d Bloggern gefällt das: